Archivi tag: cuneo

Con il progetto “Punta su di te” si chiude il cineforum al Qi

Lo scottante tema della ludopatia è affrontato in un contesto di libera informazione al Qi di Cuneo, grazie al progetto “Punta su di te” e all’Assemblea per la Cultura

locandina APERICENA DEF leggera

Punta su di te” è una campagna di sensibilizzazione che, attraverso momenti formativi e informativi, si propone di fare cultura intorno al tema del gioco d’azzardo, nella prospettiva di facilitare l’accesso ai servizi di cura per le persone con problemi legati al gioco.

Il progetto è finanziato dalle fondazioni CRC e CRT ed è promosso dai comuni di Cuneo, Alba, Bra, Savigliano, Saluzzo, Fossano e Mondovì, dalle ASL CN1 e CN2, dalla Caritas Diocesana di Cuneo, Libera Cuneo e dal Consorzio CIS.

Nel corso dell’incontro sarà presentato brevemente il progetto, si definirà il concetto di gioco d’azzardo e gioco d’azzardo patologico, offrendo alcuni dati sul fenomeno nel nostro paese e sui suoi cambiamenti nel tempo. Infine, verranno dati i riferimenti dei servizi che offrono un trattamento per la patologia.

L’appuntamento è al Centro di Aggregazione Giovanile – Qi di Cuneo (in corso Vittorio Emanuele II 33) giovedì 26 maggio alle 19 per un’apericena, a cui seguirà un preambolo al film “Rifiutati dalla sorte e dagli uomini”, emblematico, che verrà proiettato alle 21.

Un’anticipazione: “Il mercato delle Newslot ha modificato in un percorso senza ritorno l’approccio al gioco d’azzardo: dal Casinò al bar sotto casa. Le conseguenze non si sono fatte attendere, solo nell’ultimo anno i ricoverati in strutture di recupero sono migliaia. Tutti rientrano sotto una semplice sigla: Gap, sindrome da gioco d’azzardo patologico”.

Il Cineforum è un progetto dell’Assemblea per la Cultura, il tavolo delle associazioni e dei gruppi informali giovanili di Cuneo. Ponendosi come interlocutore con le istituzioni, instaura un dialogo costruttivo e di confronto, con l’intento di ottenere risorse e spazi dedicati alle esigenze comuni alle delle realtà giovanili.

————————————————————————-

Cos’ha fatto l’Assemblea per la Cultura negli ultimi tempi?

Ha proposto un “Cineforum” a cadenza settimanale, da novembre 2015 a maggio 2016, con sede al Qi di Cuneo. Le questioni umanitarie, ma anche una certa leggerezza nel vivere, l’amore e la sessualità, il potere e la mafia, l’immigrazione e le dipendenze: ogni mese una tematica differente, scelta in base agli interessi dei singoli gruppi.

Chi si siede attorno al tavolo delle associazioni giovanili di Cuneo?

Associazione Campeggio Resistente – Festival Campeggio Resistente a Valloriate, dal 28 al 31 luglio.

Associazione Culturale GeghebabaRassegna teatrale annuale e Shakabum Festival, 11 giugno.

Associazione Liberavoce Incontri informativi in provincia di Cuneo.

WSF Collective Innovatori per l’ambiente (18 maggio e 16 giugno); Green Park Festival (3-4 settembre 2016).

Accademia dei Giocatori – Serate di gioco. Cuneo Comics and Games (3,4 e 5 giugno); 24Ore di sport a Cuneo (11/12 giugno).

GIOCS – Giovani, salute e dintorniSerata musicale in piazza Boves, a Cuneo (21 maggio); “Processo all’immigrazione” in sala San Giovanni (10 giugno)

Cuneo Città Aperta Collaborazione con “Arte Migrante”, Torino. Biblioteca Vivente a Cuneo e attività di sensibilizzazione.

Gruppi Scout di Cuneo (Cuneo 1, Cuneo 3 e Cuneo 7, che il 5 giugno festeggerà i suoii 25 anni di vita).

Associazione 1000 Miglia – Evento “Alla ricerca di…” (Cuneo, 20/21 maggio)

Films per la Cultura

cineforum

L’Assemblea per la Cultura di Cuneo riunitasi delibera

FILMS PER LA CULTURA!

Ogni mese un tema diverso, tutte le settimane al QI – Centro Aggregazione Giovanile!

Primo appuntamento giovedì 5 novembre con il film Persepolis!

A cura di

Accademia Dei Giocatori
Campeggio Resistente
Cuneo Città Aperta
Geghebaba
Giocs: Giovani e dintorni
Libera Cuneo – Liberavoce
WSF Collective

Con il patrocinio del Comune di Cuneo

Contro le diseguaglianze sociali e la povertà

17ottobre-MiseriaLadra

Una giornata di mobilitazione su tutto il territorio nazionale con iniziative in luoghi simbolo del contrasto alla povertà e della riaffermazione dei diritti. La povertà ruba la speranza e i diritti, frammenta la coesione sociale, svuota la partecipazione alla vita delle istituzioni, rafforza mafie, corruzione e indebolisce la democrazia.
Sabato 17 ottobre, in occasione della “Giornata Mondiale contro la povertà”, la rete nazionale delle organizzazioni della Campagna ‘Miseria ladra’ promuove una manifestazione nazionale diffusa in tanti luoghi d’Italia contro le diseguaglianze sociali e la miseria per rimettere al centro il diritto all’uguaglianza e alla dignità sancito dall’articolo 3 della nostra Costituzione.

Lo stato sociale in questi anni è stato depotenziato attraverso tagli di miliardi di euro ai fondi sul sociale (il fondo nazionale per le politiche sociali è stato più che dimezzato dal 2008 ad oggi) e ai trasferimenti a regioni e comuni, penalizzando prima le fasce più deboli ed a seguire i ceti medi. Aumento della povertà, maggiori ingiustizie sociali ed ambientali, frammentazione della coesione sociale, corruzione, limitazioni e tagli nell’erogazione dei servizi sociali, rendono ancora più macroscopiche le diseguaglianze, favorendo la spirale negativa che riproduce la crisi.

I dati fotografano un paese fragile, povero, segnato dalla disoccupazione e dalla disuguaglianza sociale: sono più di 8 milioni le persone in povertà relativa e 4,2 milioni in povertà assoluta. Secondo Eurostat un terzo della popolazione è minacciato dalla povertà. Sono più di 1 milione i minori indigenti, anche la dispersione scolastica ha subito un’impennata arrivando a oltre il 17%.

Di fronte a questa situazione è necessario e urgente cambiare rotta e fare ognuno la propria parte per rimettere al centro la dignità e la giustizia sociale, precondizione per sconfiggere mafie e corruzione. Per questo motivo la rete nazionale delle organizzazioni che fanno parte della campagna ‘Miseria ladra’ promossa da Libera e Gruppo Abele, sabato 17 ottobre promuoveranno assemblee, reading, incontri, flash mob per rendere illegale la povertà nel nostro paese. Tra le proposte della manifestazione l’impegno per l’aumento dei finanziamenti destinati al welfare e l’introduzione di una buona legge che garantisca un reddito di dignità.

A Cuneo il presidio di Libera “Emanuela Loi – Daniele Polimeni”, l’associazione Emmaus Cuneo e la Federazione Impiegati Operai Metallurgici (FIOM) di Cuneo propongono un incontro sabato 17 ottobre alle ore 17 presso il Qi, Centro di aggregazione giovanile, in Corso Vittorio Emanuele II n.33 a Cuneo.
www.miserialadra.it

Raccolta tappi per Cascina Graziella

Dopo aver partecipato all’assemblea dell’Istituto tecnico agrario “Virginio” di Cuneo, dove con il presidio “Daniele Polimeni” si è parlato di mafie al Nord e beni confiscati,

nell’atrio della scuola, in via Savigliano 25, i cuneesi possono trovare il contenitore “Etico” e contribuire così alla raccolta tappi a favore di Cascina Graziella.

Con questa campagna, LIBERA PIEMONTE raccoglie tappi in sughero che saranno impiegati dal “Progetto Etico” promosso dall’azienda Amorim Cork Italia.

Il progetto consiste nella raccolta di sugheri usati, in particolare dai tappi, che saranno venduti ad aziende del settore edile per realizzare malte speciali utilizzate nella coibentazione dei muri. Il ricavato della raccolta andrà a finanziare la ristrutturazione di “Cascina Graziella”, un bene confiscato nel Comune di Moncalvo d’ Asti, dove il progetto “Rinascita Donne” intende creare un centro di assistenza per le donne in situazioni di marginalità.

Fino al 2008 “Cascina Graziella” era conosciuta come “casa del mafioso”, ma una volta confiscata, è stata destinata al riutilizzo sociale come prevede la legge 109/1996. Il nome di questo bene è legato a Graziella Campagna, una ragazza di 17 anni, lavandaia, che ebbe la sfortuna di trovare in una giacca un bigliettino che identificava il proprietario come il nipote latitante del boss locale della ‘ndrangheta.